info@stilef.it

Plastica o cartone? Vediamo cosa scegliere per il nostro imballaggio

plastica o cartone

Plastica o cartone? Vediamo cosa scegliere per il nostro imballaggio

by Editori terenziconcept |29 maggio 2018 | Blog

Per quanto concerne gli imballaggi, il cartone ondulato rappresenta la scelta con il minor impatto ambientale. Questo materiale è riciclabile al 100%, è biodegradabile ed ha costi ridotti sia per quanto riguarda la produzione che lo smaltimento. Oggi, in Italia, più dell’80% della fibra in cartone utilizzata per gli imballaggi deriva da materiale riciclato, prodotto tramite processi che garantiscono caratteristiche tecniche non inferiori al materiale realizzato ex novo

Stesso discorso non può essere fatto in favore della plastica, materiale complesso e costoso da riciclare, il cui sistema di smaltimento è ormai a rischio collasso, con tutti gli effetti negativi che questo comporterebbe per l’ambiente. La plastica di scarto degli imballaggi rappresenta una delle maggiore fonti di immissioni inquinanti. Lo stesso Conai, il Consorzio nazionale imballaggi, ente preposto alla cura dello smaltimento degli stessi, ha favorito tramite incentivi applicabili da Gennaio 2018 l’uso di materiali riciclabili quali il cartone.

Evitare la plastica per avere migliore protezione e praticità. Stilef, scatolificio delle Marche consiglia il cartone ad onde sovrapposte

Al di là delle importanti questioni ambientali, sul piano puramente pratico il cartone ondulato rappresenta una scelta valida e consigliata per gli imballaggi. La sua natura flessibile lo rende perfetto per proteggere qualunque materiale e si adatta perfettamente anche a prodotti più delicati quali alimenti e medicinali. Il cartone è perfettamente conforme (se realizzato secondo specifiche tecniche ben precise) a proteggere la merce più fragile anche senza l’integrazione di imbottitura in plastica e polistirolo.

Il suo prezzo, vogliamo aggiungere, proprio per la sua natura riciclabile e flessibile, è inferiore rispetto a qualunque alto materiale da imballo.

Le sensazioni e l’impatto emotivo dell’imballaggio, un motivo in più per evitare la plastica

Spesso ci si dimentica che ogni prodotto viene comprato, spostato e spedito semplicemente per arrivare nelle mani del cliente, che darà un suo giudizio immediato condizionato anche delle sensazioni generate dall’imballo. Non sono importanti dunque solo il prezzo, l’impatto sull’ambiente, e la praticità, ma anche il fattore emotivo. Il cartone genera sensazioni positive nelle mani del cliente, caldo e genuino, risulta gradevole sia da vedere che da toccare.

Lo staff di Stilef, scatolificio delle marche, sarà lieto di mostrarvi le migliori tipologie di imballaggio in cartone e le sue possibilità di design e grafica. Non esitate a contattarci.

contatti

Condividi